Il cinema digitale

Elio Girlanda

Il cinema digitale

Teorie Autori Opere


Ricerche 11
Uscito il 07/2006
128 pagine
Isbn: 9788875271343
Aree: Cinema
Keyword: Regia, Web

 


 


 


Qual è lo “specifico” del cinema digitale o D-cinema? Quali autori hanno usato le tecnologie informatiche a fini espressivi, non solo economici? Sono ancora valide le regole di un tempo per analizzare un film? Quali sono i teorici della nuova estetica? È già possibile scrivere una storia del cinema digitale? Basata su un metodo multidisciplinare e sui rapporti fra arte e neuroscienze, l’ipotesi del libro è che il D-cinema, mettendo in crisi il dispositivo della riproduzione fotografica e della sala, abbia concluso la sua prima fase. Gli scenari del futuro, con l’intermedialità e la distribuzione su rete mobile, daranno altri prodotti e nomi diversi. Nella fase attuale di transizione ecco una grammatica del linguaggio digitale, con un’antologia di autori, opere, teorie e linguaggi.


Elio Girlanda è critico cinematografico e docente a contratto presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Roma La Sapienza. Da anni insegna educazione all’immagine in Master e Corsi di Alta Formazione. Oltre a numerosi saggi e articoli, ha pubblicato le monografie Woody Allen (Il Castoro Cinema, 2003), Stefania Sandrelli (Gremese, 2002) e Meryl Streep (Gremese, 1997).

Indice


Introduzione; Capitolo Primo: La questione tecnica; Capitolo Secondo: La questione storica; Capitolo Terzo: La questione teorica; Capitolo Quarto: Il digitale prima del cinema; Capitolo Quinto: Pionieri e utopisti: opere; Capitolo Sesto: Post-cinema e post-media; Capitolo Settimo: Il futuro presente: linguaggi; Bibliografia; Filmografia.


Altri libri dell'area Cinema:


Altri libri con la keyword Regia:


Altri libri con la keyword Web:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
15/12/2017 -

 

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato all'evento "Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva".

Grazie al nostro ospite d'onore Neil Landau per aver condiviso con la sua esperienza da produttore e showrunner, a Barbara Petronio e Stefano Sardo per aver arricchito l'incontro con le loro riflessioni sullo stato dell'industria seriale italiana, a Guido Fiandra per aver moderato l'incontro e a Giuseppe Contarino per aver "prestato" la sua voce italiana a Landau.

Ci vediamo al prossimo incontro!