Il cinema horror in Italia

A cura di Gabrielle Lucantonio

Il cinema horror in Italia

Ricerche 0
Uscito il 12/2001
128 pagine
Isbn: 9788886350406
Aree: Cinema
Keyword: Sceneggiatura, Storia, teorie e monografie

 


 


 


 


Questo è un libro dedicato all’horror in Italia, spesso considerato un cinema di serie B, nonostante il successo inconfutabile sia del genere presso il pubblico che di molti film, veri e propri capolavori. Attraverso una serie di interviste ai realizzatori del movie-horror in tutte le sue componenti (autori, registi, creatori di effetti speciali, musicisti ecc.) si cerca di fornire un quadro esaustivo della produzione italiana di horror e di ricollocare nella giusta dimensione una tradizione che nel nostro paese, a parte qualche rarissima eccezione, ormai, sembra essersi esaurita.


Gabrielle Lucantonio ha pubblicato con Francis Vanoye Profession: reporter de Michelangelo Antonioni (Nathan, Parigi). Ha tenuto dei seminari sul cinema francese e la tecnica della sceneggiatura presso l’Università degli Studi di L’Aquila. Ha curato per le nostre edizioni La politique des auteurs e i volumi su Lars von Trier e Dario Argento. Collabora con il manifesto. Sta curando con Antoine de Baecque la Petite anthologie des Cahiers du cinéma in nove volumi, per la casa editrice dei Cahiers.


Altri libri dell'area Cinema:


Altri libri con la keyword Sceneggiatura:


Altri libri con la keyword Storia, teorie e monografie:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!