Il corpo è cultura

Tadashi Suzuki

Il corpo è cultura

Gli scritti di uno dei maggiori registi del teatro contemporaneo


Voci e volti dello spettacolo 27
Uscito il 12/2017
144 pagine
Isbn: 788875273613
Aree: Teatro
Keyword: Recitazione, Regia

 


 


 


 


 


In questo volume sono raccolti gli scritti, tradotti per la prima volta in italiano, di una delle più grandi voci del teatro nipponico. Il Noh, il Kabuki, la tragedia greca, i classici di Shakespeare e il lavoro di maestri moderni come Čechov e Beckett: è questo l’humus che ha alimentato la profonda consapevolezza di Tadashi Suzuki dell’universalità e del potere trasformativo dell’esperienza teatrale.


Dal confronto con le tecniche della tradizione teatrale giapponese e le ricerche di Mejerchol'd, Decroux e Grotowski nasce il suo metodo di formazione degli attori, finalizzato a rendere gli interpreti consapevoli della propria sensibilità fisica attraverso una rigorosa disciplina corporea e vocale.


«L’influenza di Tadashi Suzuki si è estesa dalla sua pittoresca casa nel paesino Toga Mura, nelle Alpi giapponesi, al mondo intero, trascendendo ogni barriera politica e culturale. La sua visione audace del teatro, di ciò che può essere e che è in grado di fare, è assoluta. Le creazioni e le tecniche innovative della compagnia SCOT sono state, e continuano a essere, fonte d’ispirazione per generazioni di attori teatrali e per il pubblico.» (Anne Bogart)


«Quello che mi emoziona del lavoro di Tadashi Suzuki è che entriamo a teatro ed è una sorpresa. Dobbiamo pensare a quello che abbiamo visto e andarcene da teatro riflettendoci.» (Bob Wilson)


Tadashi Suzuki, giapponese, è uno dei registi più apprezzati del teatro contemporaneo, noto per le sue riscritture di opere classiche come Dionysus (dalle Baccanti di Euripide) e Vision of Lear e per le sue teorie visionarie e provocatorie. È il fondatore della compagnia teatrale Suzuki Company of Toga (SCOT), uno dei più importanti centri teatrali al mondo, e ideatore del Metodo Suzuki di formazione dell’attore. Nel 2004 è stato inserito dalla Cambridge University nelle pubblicazioni dedicate ai grandi registi insieme a Peter Brook e Bertolt Brecht.


Altri libri dell'area Teatro:


Altri libri con la keyword Recitazione:


Altri libri con la keyword Regia:


Prossime uscite
next
Fare un film
Di Roberto Farina
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
15.00 €
12,75 €
Prodotto non
disponibile
disponibile dal 29/3/2018
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
Il videogioco
Di Lorenzo Mosna. Prefazione di Gianni Canova
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 8/3/2018
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
La danza e la sua storia
Di Valeria Morselli
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
23.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 22/2/2018
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
prev
Avvisi ai naviganti
"Fare scuola con l'arte": la lettera di un'insegnante
19/02/2018 -

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera della docente Luisanna Ardu dell'Istituto Comprensivo "Randaccio-Tuveri-Don Milani" di Cagliari:

«Il libro mi è piaciuto moltissimo, mi fa pensare che la scuola che "ci piace" c'è ed è viva. Le quattro esperienze raccontate sono così coinvolgenti che dovrebbero essere lette soprattutto dalle giovani e future maestre affinché possano ispirarsi per attuare nelle loro classi didattiche coinvolgenti e significative. Infatti ne ho regalato una copia alla mia tirocinante.  

Quando ero giovane incappai nella lettura de Il paese sbagliato, di Mario Lodi... fu una lettura illuminante che mi aiutò a costruire situazioni simili nelle mie classi, insomma mi ispirai (con molta modestia, per carità!) agli insegnamenti del Maestro. Ecco, il racconto delle quattro esperienze didattiche, letto ora che ho più di trent'anni di lavoro alle spalle, mi ha fatto rivivere quell'emozione.

Brave!

Il libro va portato in giro  e pubblicizzato perché non fornisce ricette, ma spunti significativi utilissimi a chi dentro la scuola inizia, ma anche a chi ha bisogno di un po' di energia per continuare.»