L'arte del cinema

Lev Vladimirovic Kulešov
A cura di Giampiero Frasca
Traduzione di Marella Fasano

L'arte del cinema

Scritti teorici e riflessioni didattiche


Voci e volti dello spettacolo 22
Uscito il 10/2016
96 pagine
Isbn: 9788875273293
Aree: Cinema
Keyword: Storia, teorie e monografie

 


 


 


 


 


Da sempre ricordato nella storia del cinema soltanto per la sua celebre teoria sul montaggio, Lev Kulešov è stato uno dei primi teorici dell’estetica del cinema, un regista capace di applicare le sue fertili osservazioni alla messa in scena e un raffinato insegnante, alla cui scuola si sono formati alcuni dei più importanti registi del cinema sovietico, come Pudovkin e, seppur per un breve periodo, Ėjzenštejn.
Kulešov però non è stato solo il suo “effetto” di montaggio. Nei suoi scritti infatti ha affrontato con sorprendente lungimiranza le potenzialità espressive e le peculiarità linguistiche del cinema, fino a stilarne una sorta di vasto vademecum da applicare alle sue stesse opere, intese come cine-saggi del proprio pensiero. Teorie che ha contemporaneamente diffuso tra i suoi attenti e talentuosi allievi.
Dalla dettagliata costruzione delle singole inquadrature ai consigli pratici agli operatori di ripresa, dall’accurato lavoro espressivo sull’attore alla modalità di utilizzo delle parole nelle didascalie, dalla progettazione geometrica dello spazio scenico a un utilizzo produttivo del montaggio, che nel suo dinamismo assume la lezione del cinema americano e del suo primo grande esponente, David Wark Griffith: Kulešov analizza tutte le eventualità di realizzazione, le discute, ne fornisce regole e procedure con lo scopo di trasmetterle a una cinematografia sovietica agli albori e ancora troppo acerba rispetto agli scintillanti modelli guardati come inevitabile riferimento.
L’arte del cinema illustra la complessità estetica di un regista colpevolmente sottovalutato che è stato anche un grande insegnante, la cui incisiva lezione è sopravvissuta attraverso i suoi più celebri allievi e in una cinematografia che è passata alla storia.


 


Lev Vladimirovič Kulešov (Tambov, 13 gennaio 1899 – Mosca, 29 marzo 1970) è stato regista cinematografico, teorico e docente. Celebre per l’esperimento sul montaggio che da lui prese il nome (“effetto Kulešov”) e attratto dalle modalità narrative del cinema americano, ha diretto, tra gli altri, Le straordinarie avventure di Mr. West nel paese dei bolscevichi (1924), Il raggio della morte (1925), Secondo la legge (1926) e Il grande consolatore (1933), alternando l’attività di regista a quella di insegnante alla VGIK, la scuola statale sovietica di cinematografia. È stato autore di numerosi saggi teorici, mai editi in Italia. L’arte del cinema (1929) è il primo testo tradotto in italiano.


Altri libri dell'area Cinema:


Altri libri con la keyword Storia, teorie e monografie:


Prossime uscite
next
Narrativa istruzioni per l'uso
Di Henry James, Edith Wharton. A cura di Federica Grossi. Traduzione di Federica Grossi
«Vademecum per gli aspiranti scrittori nella loro ardua professione» (H. James)
10.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 24/8/2017
«Vademecum per gli aspiranti scrittori nella loro ardua professione» (H. James)
Storie in affitto
Di Roberto Moliterni
Romanzo a racconti
13.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 24/8/2017
Romanzo a racconti
prev
Avvisi ai naviganti
Promozione d'estate
23/06/2017 -

 

Fino al 31 luglio tutti i nostri lettori che effettueranno ordini pari a 35 euro riceveranno un libro in regalo.

Come fare?

Basta aggiungere i titoli da acquistare e al raggiungimento della soglia cliccare su carrello e scegliere dall'elenco il libro "in omaggio".

Per informazioni: info@audinoeditore.it

N.B. Non tutti i titoli sono compresi nella promozione.