Montare un film

Roberto Schiavone

Montare un film

Dalla moviola al montaggio digitale. Un manuale pratico


Manuali di script  58
Uscito il 03/2005
144 pagine
Isbn: 9788875271442
Aree: Cinema
Keyword: Professioni

Il montaggio è la cosa più vicina all’idea di un luogo dove fare lavoro creativo (...). Scherzando potrei dire che tutto quanto precede il montaggio è semplicemente un modo per produrre pellicola da montare.


(Stanley Kubrick)


Certamente ha ragione. Ma come si fa a montare un film?Quasi tutti i libri sull’argomento spiegano l’importanza di quello che è stato definito “lo specifico filmico”, le teorie e le prassi con cui i grandi registi lo hanno utilizzato. Ma nessuno, specie ora, in tempo di trasformazioni tecnologiche e di digitalizzazione, ha spiegato come si fa. Questo libro, scritto da un professionista del settore, ci prova. Con foto, disegni, grafici ed esempi concreti. In appendice, quattro montatori spiegano la loro filosofia e il loro modo di lavorare.


Roberto Schiavone (Roma, 1951), montatore, ha lavorato su film, documentari e fiction televisive. È stato membro del direttivo dell'AMC, l'Associazione che riunisce i montatori cinematografici italiani.

Indice


Capitolo Primo: Il montaggio nei linguaggi dell’uomo; Capitolo Secondo: La grammatica del film; Capitolo Terzo: Strumenti e tecniche di montaggio; Capitolo Quarto: Come si monta un film; Capitolo Quinto: Il montaggio definitivo e l’edizione; Capitolo Sesto: Montare lo spot pubblicitario Testimonianza di Osvaldo Bargero; Capitolo Settimo: Il mestiere del montatore a cura di Carlo Fontana; Bibliografia essenziale.


Altri libri dell'area Cinema:


Altri libri con la keyword Professioni:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!