La promessa della Vergine

Kim Hudson
Prefazione di Christopher Vogler
Traduzione di Jusi Loreti

La promessa della Vergine

Una drammaturgia dal punto di vista femminile, oltre il viaggio dell’Eroe


Manuali di script  186
Uscito il 11/2016
144 pagine
Isbn: 9788875273378
Aree: Cinema, Scrittura
Keyword: Sceneggiatura

 


 


 


 


 


Questo libro presenta un nuovo modello narrativo basato sull’archetipo femminile: la promessa della Vergine. La differenza fra la promessa della Vergine e il viaggio dell’Eroe non sta tanto nel genere della o del protagonista della narrazione quanto nel tipo di percorso da compiere: la Vergine deve imparare a riconoscere e realizzare il suo sogno circondata dalle influenze del suo regno, mentre l’Eroe deve affrontare un pericolo mortale lasciando il proprio villaggio e dimostrando di poter esistere in un mondo più grande. Quindi al centro delle storie della Vergine non ci sono sempre e solo donne, ma anche uomini – da Billy Elliot a Rocky.
Christopher Vogler, autore del Viaggio dell’Eroe, scrive nella prefazione:



Quando ho iniziato a tenere lezioni sul viaggio dell’Eroe, ho constatato che molte persone davano subito per scontato che parlassi di eroi d’azione e supereroi maschili, eroi militari tradizionalmente maschili ecc. Le donne dicevano: «D’accordo, ho capito il viaggio dell’uomo che va alla conquista di qualcosa, ma qual è il viaggio della donna?».
Non avevo una risposta valida. [...] [Perciò] ho sperato che qualcuno affrontasse questo tema con una dedizione totale per definire i dettagli di una teoria esaustiva della drammaturgia da un punto di vista femminile, e credo che stiate per leggere un libro che fa esattamente questo. [...]
L’autrice ha provveduto a tracciare paralleli e creare corrispondenze sia con il linguaggio di Campbell sia con il mio, in modo tale che il viaggio dell’Eroe non sia rifiutato ma riconosciuto come parte di un sistema più grande che include anche la promessa della Vergine. I due approcci sono visti come complementari piuttosto che conflittuali e la loro combinazione vi darà un bagaglio terminologico completo e gli strumenti intellettivi per trattare qualsiasi tipo di storia.



Kim Hudson infatti, aiutandosi con numerosi esempi, esamina le storie di tipo familiare che raccontano la discesa nel proprio mondo interiore e, incrociando diversi modelli narrativi, arriva a creare uno strumento utile a chiunque scriva, legga o veda un film o una serie.



Kim Hudson, canadese, ha studiato Cinema a Vancouver e Psicologia a Zurigo. La sua ricerca scientifica è sfociata nella teoria della struttura archetipica della Vergine, da cui sono nati seminari e questo libro.


Altri libri dell'area Cinema:


Altri libri dell'area Scrittura:


Altri libri con la keyword Sceneggiatura:


Prossime uscite
next
Ogni più piccolo movimento
Di François Delsarte. A cura di Elena Randi
François Delsarte e la danza
18.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 15/11/2018
François Delsarte e la danza
Scrivere con i tarocchi
Di Alfonso Cometti, Grazia Giardiello
Dal viaggio dell'Eroe al viaggio del Matto. Usare i tarocchi per raccontare una storia
16.50 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 22/11/2018
Dal viaggio dell'Eroe al viaggio del Matto. Usare i tarocchi per raccontare una storia
prev
Avvisi ai naviganti
Appuntamenti con i nostri autori
12/11/2018 -

 

Anche quest'anno saremo a Bookcity Milano. Sabato 17 novembre alle ore 15.00 alla Borsa Italiana sala gialla, Lorenzo Mosna e Matteo Bittanti ripercorreranno le principali tappe della storia del "Videogioco", evidenziando l'influsso che il medium ha avuto sull'immaginario e la cultura della società contemporanea.

Domenica 18 novembre alle ore 13.00 a Palazzo Anteo Cinema sala Astoria, potrete capire insieme a Maurizio Nichetti le differenze tra "Dirigere un film e dirigere una scuola di cinema", accanto lui Maurizio Carrieri con cui ha scritto il nostro "Laboratorio di regia". 

Domenica 17 novembre alle ore 17.00 a Palazzo Anteo Cinema sala Ciak, potrete imparare come "Strutturare una storia" insieme ad Armando Fumagalli e Raffaele Chiarulli, curatori e prefatori della nostra "Poetica" di Aristotele, illustreranno i principi e i meccanismi che rendono funzionale ed efficace un testo drammaturgico.