Lo spettacolo in tv ovvero la tv è meglio farla che guardarla

Renzo Arbore, Pippo Baudo, Michele Guardì, Antonio Ricci
A cura di Luca Martera
Prefazione di Aldo Grasso

Lo spettacolo in tv ovvero la tv è meglio farla che guardarla

Parlano autori, registi, produttori e dirigenti


Manuali di script  18
Uscito il 12/2000
172 pagine
Isbn: 9788886350198
Aree: Media, Televisione
Keyword: Professioni

 


 


 


Come nasce l'idea di un programma televisivo? Perché il format è considerato dagli autori italiani il nemico ammazzacreatività? Si può parlare davvero di scrittura televisiva, anziché di improvvisazione studiata a tavolino? Cosa s'intende per qualità in televisione? A queste e molte altre domande rispondono per la prima volta "quelli che" la tv la dirigono, la pensano, la scrivono e la realizzano. Il libro, articolato in "pillole" di saggezza e follia televisiva secondo i ritmi di un ideale zapping selvaggio, analizza in forma di pensieri, riflessioni, ricordi, opinioni, spunti polemici, pettegolezzi, battute e provocazioni le condizioni di salute dell'intrattenimento televisivo in Italia dai generi tradizionali del varietà, dei giochi e del talk show alle nuove frontiere dell'informazione-spettacolo e dell'iper-realismo della tv verità esploso con il Grande Fratello. Interventi di: Valentina Amurri, Giambattista Avellino, Antonio Azzalini, Joseph Baroni, Marino Bartoletti, Marco Bassetti, Fabrizio Battocchio, Valentina Benatti, Giovanni Benincasa, Gianni Boncompagni, Adriano Bonfanti, Popi Bonnici, Michele Bovi, Umberto Broccoli, Felice Cappa, Alida Cappellini, Janna Carioli, Eusebio Ciccotti, Fabio Di Iorio, Antonello Falqui, Leandra Leandri, Sebastiano Lombardi, Stefano Magnaghi, Giancarlo Nicotra, Andrea Olcese, Stefano Orsucci, Giorgio Pacifici, Paolo Papo, Ludovico Pellegrini, Ugo Porcelli, Beppe Recchia, Fatma Ruffini, Gianfranco Scancarello, Barbara Scaramucci, Riccardo Sfrondini, Alberto Silvestri, Giampiero Solari, Paolo Taggi, Enrico Vaime, Bruno Voglino.  


Luca Martera  vive e lavora a Roma. Ha svolto dal 1988 al 2000 attività di supervisore creativo e di coordinamento del lavoro di documentazione multimediale del palinsesto di Raidue e della Teca Storica (1954-1997) per conto della Direzione Teche e Servizi Tematici Educativi della Rai.

Indice


Prefazione di Aldo Grasso; Introduzione; Capitolo Primo: Ideazione, produzione e mercato dei format; Capitolo Secondo: Linguaggi, stili e modelli narrativi; Capitolo Terzo: Programmi, personaggi e generi dell'intrattenimento; Capitolo Quarto: Morte e resurrezione del varietà; Capitolo Quinto: Guest stars: quattro interviste eccellenti; Capitolo Sesto: Consumo, qualità, scopi e valori della tv; Appendice; Generi e sottogeneri dell'intrattenimento televisivo; Note biografiche.


Altri libri dell'area Media:


Altri libri dell'area Televisione:


Altri libri con la keyword Professioni:


Prossime uscite
next
Fare radio
Di Marta Perrotta
Formati, programmi e strategie per la radiofonia digitale
19.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 19/10/2017
Formati, programmi e strategie per la radiofonia digitale
Il mestiere della regia
Di Katie Mitchell. A cura di Federica Mazzocchi
La lezione di una grande artista del teatro contemporaneo
22.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 9/11/2017
La lezione di una grande artista del teatro contemporaneo
prev
Avvisi ai naviganti
Raccontare a fumetti - Introduzione
12/10/2017 -

 

Creare è senza dubbio una delle principali peculiarità umane. Un istinto primario, una necessità irrinunciabile, che nasce dal bisogno di immortalità. Dall’impossibilità di accettare la nostra finitezza, il nostro limite più profondo. Per questo facciamo figli, erigiamo cattedrali, costruiamo città, realizziamo opere d’arte. Per restare. Per esserci anche oltre di noi. Per superare i limiti che la natura ci impone. E creare è sempre un atto d’amore.