Espressionismo tedesco

Pier Giorgio Tone

Espressionismo tedesco

La breve grande stagione del cinema degli anni Venti analizzata nei suoi procedimenti tecnico-formali


Manuali di script  125
Uscito il 09/2009
144 pagine
Isbn: 978-88-7527-079-7
Aree: Cinema
Keyword: Storia, teorie e monografie

 


 


 


 


Il film espressionista tedesco, per la ricchezza del suo immaginario e l’ampio ventaglio delle sue soluzioni formali, rappresenta indubbiamente uno dei momenti più significativi nella storia del cinema. Inaugurata nel 1920 da Il gabinetto del dottor Caligari, quella del cinema espressionista è una “stagione” breve, ma eccezionalmente feconda, che produce film capaci di coniugare produttivamente spettacolo e ricerca, destinati ad affascinare parecchi registi successivi e a penetrare profondamente nell’immaginario collettivo. Ma come si presenta propriamente il cinema espressionista? Quali sono le sue figure tematiche? E, soprattutto, qual è la cifra stilistica di questo cinema? A tali domande intende rispondere questo libro, che servendosi di strumenti critici qualificati analizza immagini e sequenze esemplari tratte da film di culto come Il gabinetto del dottor Caligari, Il Golem, Nosferatu, Von Morgens bis Mitternachts, Genuine, Delitto e castigo, Schatten. Un’indagine a tutto campo, che fa emergere la nervatura problematica e la cifra stilistica di un cinema legato a un nuovo modo di concepire la regia e profondamente radicato nell’orizzonte della modernità, di cui rivela il lato oscuro e inquietante. Una riflessione originale e avvincente, che coglie appieno la rilevanza simbolica e la ricchezza significante dell’immagine filmica espressionista, la cui forte configurazione intensiva racchiude una nuova idea del visibile e, al tempo stesso, una Weltanschauung assolutamente originale.


Pier Giorgio Tone, studioso di estetica e storia del cinema, autore di saggi sul cinema tedesco degli anni Venti, di monografie su Murnau e Dreyer e curatore dell’edizione italiana di Expressionismus und Film di Rudolf Kurtz.

Indice


Introduzione; Capitolo Primo: Un cinema dell'irrealtà; Capitolo Secondo: Forma, linguaggio, stili; Appendice; Bibliografia essenziale.


Altri libri dell'area Cinema:


Altri libri con la keyword Storia, teorie e monografie:


Prossime uscite
next
Fare un film
Di Roberto Farina
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
15.00 €
12,75 €
Prodotto non
disponibile
disponibile dal 29/3/2018
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
Il videogioco
Di Lorenzo Mosna. Prefazione di Gianni Canova
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 8/3/2018
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
La danza e la sua storia
Di Valeria Morselli
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
23.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 22/2/2018
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
prev
Avvisi ai naviganti
"Fare scuola con l'arte": la lettera di un'insegnante
19/02/2018 -

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera della docente Luisanna Ardu dell'Istituto Comprensivo "Randaccio-Tuveri-Don Milani" di Cagliari:

«Il libro mi è piaciuto moltissimo, mi fa pensare che la scuola che "ci piace" c'è ed è viva. Le quattro esperienze raccontate sono così coinvolgenti che dovrebbero essere lette soprattutto dalle giovani e future maestre affinché possano ispirarsi per attuare nelle loro classi didattiche coinvolgenti e significative. Infatti ne ho regalato una copia alla mia tirocinante.  

Quando ero giovane incappai nella lettura de Il paese sbagliato, di Mario Lodi... fu una lettura illuminante che mi aiutò a costruire situazioni simili nelle mie classi, insomma mi ispirai (con molta modestia, per carità!) agli insegnamenti del Maestro. Ecco, il racconto delle quattro esperienze didattiche, letto ora che ho più di trent'anni di lavoro alle spalle, mi ha fatto rivivere quell'emozione.

Brave!

Il libro va portato in giro  e pubblicizzato perché non fornisce ricette, ma spunti significativi utilissimi a chi dentro la scuola inizia, ma anche a chi ha bisogno di un po' di energia per continuare.»