Improvvisare e scrivere in rima

Francesco Burroni

Improvvisare e scrivere in rima

Un manuale tecnico-pratico


Taccuini 22
Uscito il 05/2009
128 pagine
Isbn: 9788875270698
Aree: Scrittura
Keyword: Recitazione

 


 


 


 


Chi non ricorda Cyrano, il suo naso ma soprattutto la sua capacità di improvvisare battute in rima? Versificare inventando rime all’impronta è una pratica diffusa tanto a livello di cultura popolare quanto nella tradizione colta. Il fenomeno della rima improvvisata è stato poi rilanciato a livello mondiale dal rap, che ne ha fatto il linguaggio delle nuove culture metropolitane. Lo scopo di questo libro è insegnare la pratica dell’improvvisazione e della scrittura in rima a cantanti, attori, poeti e allievi dei corsi di scrittura creativa e poesia. Uno strumento che offre un vasto repertorio di esercizi pratici, dopo una breve introduzione storica e una sintesi panoramica della metrica, della ritmica e della versificazione.


Francesco Burroni, attore, autore, regista e insegnante, dirige e cura dal 1988 il progetto sul "Match d’improvvisazione teatrale" per l’Italia. Svolge una vasta attività formativa e di ricerca e per vari anni ha tenuto i corsi di improvvisazione allo Zelig di Milano. Nel 1998 a Lille, ha guidato la nazionale italiana alla conquista del campionato del mondo d’improvvisazione teatrale. Ha pubblicato nel 2007 Match di improvvisazione teatrale, Dino Audino Editore.

Indice


Introduzione; Capitolo Primo: Breve storia dell’improvvisazione in versi; Capitolo Secondo: La metrica ovvero: la grammatica della poesia; Capitolo Terzo: Le forme poetiche; Capitolo Quarto: L’ottava; Capitolo Quinto: Il sonetto; Capitolo Sesto: Il rap improvvisato (freestyle); Capitolo Settimo: L’improvvisazione teatrale in rima; Bibliografia; Sitografia; Materiali video.


Altri libri dell'area Scrittura:


Altri libri con la keyword Recitazione:


Prossime uscite
next
Fare un film
Di Roberto Farina
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
15.00 €
12,75 €
Prodotto non
disponibile
disponibile dal 29/3/2018
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
Il videogioco
Di Lorenzo Mosna. Prefazione di Gianni Canova
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 8/3/2018
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
La danza e la sua storia
Di Valeria Morselli
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
23.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 22/2/2018
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
prev
Avvisi ai naviganti
"Fare scuola con l'arte": la lettera di un'insegnante
19/02/2018 -

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera della docente Luisanna Ardu dell'Istituto Comprensivo "Randaccio-Tuveri-Don Milani" di Cagliari:

«Il libro mi è piaciuto moltissimo, mi fa pensare che la scuola che "ci piace" c'è ed è viva. Le quattro esperienze raccontate sono così coinvolgenti che dovrebbero essere lette soprattutto dalle giovani e future maestre affinché possano ispirarsi per attuare nelle loro classi didattiche coinvolgenti e significative. Infatti ne ho regalato una copia alla mia tirocinante.  

Quando ero giovane incappai nella lettura de Il paese sbagliato, di Mario Lodi... fu una lettura illuminante che mi aiutò a costruire situazioni simili nelle mie classi, insomma mi ispirai (con molta modestia, per carità!) agli insegnamenti del Maestro. Ecco, il racconto delle quattro esperienze didattiche, letto ora che ho più di trent'anni di lavoro alle spalle, mi ha fatto rivivere quell'emozione.

Brave!

Il libro va portato in giro  e pubblicizzato perché non fornisce ricette, ma spunti significativi utilissimi a chi dentro la scuola inizia, ma anche a chi ha bisogno di un po' di energia per continuare.»