Corso di sceneggiatura RAI-Script

Cari amici che ci seguite e che ci avete chiesto notizie del nuovo corso di sceneggiatura Script-Rai, vi comunichiamo che quest’anno il corso, che iniziava tradizionalmente a gennaio, non ci sarà.

Avremo cura di avvisarvi su questo sito, con ragionevole anticipo, della prossima eventuale edizione.

 

 

 

 

Da quasi venticinque anni, Dino Audino editore si occupa di formazione nello spettacolo – dal teatro al cinema, dalla scrittura creativa ai nuovi media – attraverso testi scritti da professionisti del settore italiani o stranieri

 

"Accade un fatto strano - disse una volta Turghenev - un compositore studia armonia e teoria delle forme musicali, un pittore non dipinge senza sapere qualcosa dei colori e del disegno, l'architetto poi non ne parliamo neanche. Invece quando uno decide di cominciare a scrivere crede che non sia necessario imparare alcunché e che saper mettere in fila sulla carta le lettere dell'alfabeto sia sufficiente per essere uno scrittore".

 

A partire dalla profonda convinzione che il talento da solo non basta, ma che ogni forma d’arte richiede uno studio e una tecnica che possono essere trasmessi solo da professionisti del settore che abbiano una vocazione all’insegnamento e un approccio pratico, la nostra casa editrice da anni porta avanti una politica culturale finalizzata alla formazione delle nuove generazioni.

 

Infatti accanto all’attività della casa editrice, dal 1992 esiste la rivista di sceneggiatura Script e dal 1995 queste due realtà formative hanno generato il corso di formazione e perfezionamento per sceneggiatori Rai/Script, gratuito e accessibile tramite dura selezione di cui quest’anno si svolge la XIV edizione. La sinergia tra questi tre strumenti formativi crediamo abbia contribuito non poco a modificare quell’atteggiamento tipicamente italiano, dovuto alla presenza di una forte cultura tardoromantica e crociana, per cui il talento basta a sé stesso e la tecnica non è cosa importante.

 

Si tratta di fare formazione, parola tanto presente nei discorsi politici ma ancora più presente nei tagli dei bilanci.

 

Questa passione, questa esperienza e queste convinzioni sono alla base del nostro sforzo organizzativo attuale, affinché la gran parte dei manuali di Script si trasformi in esperienza dal vivo, e gli autori in carne e ossa si offrano al pubblico con dei corsi di formazione che continueremo a promuovere.

 



Prossime uscite
next
Fare un film
Di Roberto Farina
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
15.00 €
12,75 €
Prodotto non
disponibile
disponibile dal 29/3/2018
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
Il videogioco
Di Lorenzo Mosna. Prefazione di Gianni Canova
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 8/3/2018
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
La danza e la sua storia
Di Valeria Morselli
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
23.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 22/2/2018
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
prev
Avvisi ai naviganti
"Fare scuola con l'arte": la lettera di un'insegnante
19/02/2018 -

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera della docente Luisanna Ardu dell'Istituto Comprensivo "Randaccio-Tuveri-Don Milani" di Cagliari:

«Il libro mi è piaciuto moltissimo, mi fa pensare che la scuola che "ci piace" c'è ed è viva. Le quattro esperienze raccontate sono così coinvolgenti che dovrebbero essere lette soprattutto dalle giovani e future maestre affinché possano ispirarsi per attuare nelle loro classi didattiche coinvolgenti e significative. Infatti ne ho regalato una copia alla mia tirocinante.  

Quando ero giovane incappai nella lettura de Il paese sbagliato, di Mario Lodi... fu una lettura illuminante che mi aiutò a costruire situazioni simili nelle mie classi, insomma mi ispirai (con molta modestia, per carità!) agli insegnamenti del Maestro. Ecco, il racconto delle quattro esperienze didattiche, letto ora che ho più di trent'anni di lavoro alle spalle, mi ha fatto rivivere quell'emozione.

Brave!

Il libro va portato in giro  e pubblicizzato perché non fornisce ricette, ma spunti significativi utilissimi a chi dentro la scuola inizia, ma anche a chi ha bisogno di un po' di energia per continuare.»