Quid- Quinta Dimensione

Franco Bernini, Francesco Costa, Giancarlo De Cataldo, Giorgio Glaviano, Silvia Napolitano, Roberto Tiraboschi

Quid- Quinta Dimensione

Scriptori 1
Uscito il 06/2007
128 pagine
Isbn: 978-88-7527-027-8
Aree: Narrativa, Varia

 


 


 


 


 


 


Chi non ha fantasticato di incontrare alieni, di viaggiare in altre dimensioni o di conoscere i segreti dell’aldilà? A tutti è capitato di vivere esperienze strane e inspiegabili, oppure di sentire improbabili racconti al fondo dei quali però riconoscevamo un’inquietante sensazione di verità. Forse esiste davvero un QUID, un mondo parallelo che non abbiamo il coraggio di indagare, una Quinta Dimensione. QUID è il primo di una serie di libri dedicati a racconti ai confini della realtà. Testi che spaziano dal paranormale al fantastico mantenendo però un dato comune: raccontano vicende quotidiane di personaggi inseriti nella nostra civiltà contemporanea. Questo vuol dire partire dalle nostre fobie, dai fantasmi, dalle nostre paure e usare il fantastico per scandagliare in profondità l’animo umano, facendo emergere le manie, i limiti, le debolezze dell’uomo contemporaneo. Tutto ciò attraverso storie che nascono da scrittori di successo che hanno accettato il rischio di uscire dal proprio abituale ambito per cimentarsi per la prima volta in un genere nuovo. De Cataldo ci racconta di un nipote che il giorno prima di ereditare un impero industriale fa un’esperienza paranormale che… Costa ci parla di una coppia troppo per bene per sopravvivere in una società di mascalzoni, tanto che… Quello di Bernini è un incontro in una baita di montagna tra un uomo appena uscito di galera e due sue vecchie conoscenze che lo aspettano per… Per il momento fermiamoci qui, non oltrepassiamo ancora i confini della realtà, non entriamo ancora nella Quinta Dimensione…


 


Giancarlo De Cataldo, magistrato, scrittore e sceneggiatore. Dal suo ultimo libro Romanzo Criminale (Einaudi) è stato tratto l’omonimo film diretto da Michele Placido.


Francesco Costa, scrittore e sceneggiatore, ha pubblicato i romanzi La volpe a tre zampe (Baldini & Castoldi), L’imbroglio nel lenzuolo (Baldini & Castoldi), Non vedrò mai Calcutta (Mondadori), Se piango, picchiami (Marsilio), Il dovere dell’ospitalità (Rizzoli).


Franco Bernini, scrittore, sceneggiatore e regista. Tra i film da lui sceneggiati: Un’altra vita e Domani accadrà. Ha scritto e diretto per il cinema Le mani forti e per la tv L’ultima frontiera. Ha pubblicato con Einaudi il romanzo La prima volta.


Roberto Tiraboschi, scrittore e sceneggiatore. Ha scritto film per Silvio Soldini, Pasquale Pozzessere, Marco Pontecorvo. Ha pubblicato Sguardo 11 (e/o) e La levatrice di Thanatos (Dino Audino editore).


Giorgio Glaviano, sceneggiatore. Ha un Master in Editing e Scrittura Audiovisiva alla Lumiq di Torino. È coautore del libro Lost e i suoi segreti (Dino Audino editore).


Silvia Napolitano, sceneggiatrice. Ha scritto film per Peter Del Monte e Marco Risi. Tra le fiction tv Nebbie e delitti con Luca Barbareschi e Una storia qualunque e Un difetto di famiglia con Nino Manfredi.


Leggi la recensione di “la Repubblica”: recensione

Indice


A mo’ di presentazione di Dino Audino; Il mio cuore nero di Giancarlo De Cataldo; Una coppia pacifica di Francesco Costa; Prime Time di Franco Bernini; La macchina perfetta di Roberto Tiraboschi; Una vita normale di Giorgio Glaviano; Lola bugiarda di Silvia Napolitano. SCARICA QUI SOTTO LE PRIME 16 PAGINE DEL LIBRO:


Materiali del libro:



Altri libri dell'area Narrativa:


Altri libri dell'area Varia:


Prossime uscite
next
Fare radio
Di Marta Perrotta
Formati, programmi e strategie per la radiofonia digitale
19.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 19/10/2017
Formati, programmi e strategie per la radiofonia digitale
Il mestiere della regia
Di Katie Mitchell. A cura di Federica Mazzocchi
La lezione di una grande artista del teatro contemporaneo
22.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 9/11/2017
La lezione di una grande artista del teatro contemporaneo
prev
Avvisi ai naviganti
Raccontare a fumetti - Introduzione
12/10/2017 -

 

Creare è senza dubbio una delle principali peculiarità umane. Un istinto primario, una necessità irrinunciabile, che nasce dal bisogno di immortalità. Dall’impossibilità di accettare la nostra finitezza, il nostro limite più profondo. Per questo facciamo figli, erigiamo cattedrali, costruiamo città, realizziamo opere d’arte. Per restare. Per esserci anche oltre di noi. Per superare i limiti che la natura ci impone. E creare è sempre un atto d’amore.