Il lavoro del conduttore

Maria Rosaria De Medici
Prefazione di Michele Sorice

Il lavoro del conduttore

Storia, drammaturgia e tecniche di racconto nei telegiornali


Manuali di script  66
Uscito il 10/2005
240 pagine
Isbn: 9788875271114
Aree: Media, Televisione

 


 


 


 


Dagli speaker dei primi anni '50 alle news di oggi, il telegiornale ha una grammatica televisiva dalle regole molto precise, ma conserva una struttura fluida, sempre aperta all’imprevisto, alle notizie dell’ultim’ora. È il conduttore a sostenere il ritmo del tg, a legare una all’altra le notizie come fossero un’unica storia della giornata. Questo è il primo testo specifico sull’analisi della conduzione dei telegiornali. Con i protagonisti che svelano le tecniche e i retroscena del loro mestiere. E con i filmati e i documenti storici che diventano pagine di una sceneggiatura. Il lettore entra così nel cuore della struttura narrativa del notiziario televisivo, scoprendo, dal confronto delle diverse "scalette", le differenze tra i modelli delle news americane e quelle europee. Un libro per gli addetti ai lavori, per i giornalisti, per gli studenti delle facoltà di Lettere, Scienze della Comunicazione e del Dams, ma soprattutto per coloro che vogliono conoscere i meccanismi del programma televisivo più seguito da oltre cinquant’anni. Prefazione di Michele Sorice, docente di Storia della radio e della televisione all’Università di Roma La Sapienza.


Maria Rosaria De Medici, giornalista, conduttrice del tg3 e del Gt ragazzi, il telegiornale pomeridiano di Rai Tre dedicato ai più giovani. Ha frequentato il corso Rai-Script per sceneggiatori.


Leggi la recensione della rivista online "Sinestesie": recensione

Indice


Prefazione di Michele Sorice; Introduzione;


Parte Prima: Dagli speaker agli anchorman-inviati. Storia della conduzione dei telegiornali italiani dagli anni '50 ai giorni nostri; Capitolo Primo: Anni '50. I lettori impassibili;  Capitolo Secondo: Anni '60. "Anchorman" all’improvviso; Capitolo Terzo: Anni '70. Concorrenti in casa; Capitolo Quarto: Anni '80. I neo-conduttori; Capitolo Quinto: Anni '90. Il diritto alla diretta; Capitolo Sesto: Anni 2000. L’informazione continua;


Parte Seconda: I narratori dell’attualità; Capitolo Settimo: Il telegiornale come genere televisivo; Capitolo Ottavo: La scelta del racconto. La struttura del telegiornale; Capitolo Nono: I modi del racconto. La struttura delle storie;


Parte Terza: Le tecniche della conduzione; Capitolo Decimo: Il ruolo del conduttore; Capitolo Undicesimo: Il linguaggio; Capitolo Dodicesimo: I grandi eventi. Le edizioni straordinarie; Appendice: Il laboratorio del "gt ragazzi"; Ringraziamenti.


Altri libri dell'area Media:


Altri libri dell'area Televisione:


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!