Fare un servizio televisivo

Valentina Tocchi

Fare un servizio televisivo

Manuale pratico di videogiornalismo


Taccuini 29
Uscito il 07/2012
104 pagine
Isbn: 9788875272210
Aree: Televisione
Keyword: Tv

 


 


 


 


 


Fare un servizio televisivo è la prima guida, pratica ed esaustiva, per tutti coloro – consumati giornalisti o meno – che si vogliano cimentare con il racconto per immagini televisivo.
Realizzare questo tipo di racconto – in media due minuti di messa in onda – in realtà richiede ore di duro lavoro e una serie di conoscenze tecniche specialistiche.
Fino a qualche tempo addietro, il servizio era il risultato della collaborazione di una troupe di almeno tre persone (inviato, cameraman e ragazzo dell’audio, a cui si aggiungeva il montatore nella postproduzione). Attualmente invece, le necessità di ottimizzazione economica e produttiva delle emittenti televisive, ma anche il proliferare del citizen journalism e le innovazioni tecnologiche, hanno contribuito a rendere sempre più frequente la realizzazione di un servizio da parte di un solo soggetto.
Dalle tecniche base di regia a quelle dell’illuminazione della scena, fino alle mille opportunità del montaggio e dei software a esso dedicati, chi vuole realizzare un servizio televisivo non può prescindere dalla conoscenza e dalla comprensione della grammatica e della sintassi del racconto per immagini, ma anche da un certo gusto nella composizione delle stesse e dalla conoscenza dei “generi letterari” del racconto televisivo.
A livello contenutistico, inoltre, utilissima è la conoscenza delle caratteristiche e delle necessità del programma (sia esso telegiornale, contenitore di infotainment o di approfondimento giornalistico) all’interno del quale il servizio televisivo troverà spazio, mentre fondamentale si rivela la conoscenza delle regole giuridiche che stabiliscono volta per volta la legittimità della ripresa televisiva.



Valentina Tocchi, avvocato civilista, giornalista professionista, vive e lavora a Roma dove collabora con il quotidiano "Il Messaggero" e con la "Rivista del diritto d’autore". Dopo aver frequentato, presso Mediaset, la Scuola di Televisione RTI, ha iniziato a lavorare per Rai Uno in qualità di inviata.

Indice


DICONO DEL LIBRO


Nuovo manuale per giornalisti televisivi. A scriverlo una giornalista di "Il Messaggero" che dà le regole del perfetto servizio tv. La recensione di TGCOM 24 del 17 settembre 2012. Per leggerla clicca qui


Altri libri dell'area Televisione:


Prossime uscite
next
Fare un film
Di Roberto Farina
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
15.00 €
12,75 €
Prodotto non
disponibile
disponibile dal 29/3/2018
...ma anche tv, spot e video per il web. Il racconto del ciclo produttivo di un audiovisivo, dall'ideazione alla realizzazione alla distribuzione
Il videogioco
Di Lorenzo Mosna. Prefazione di Gianni Canova
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
15.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 8/3/2018
Storia, forme, linguaggi, generi. Per conoscere il nuovo medium che ha conquistato il mondo
La danza e la sua storia
Di Valeria Morselli
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
23.00 €
Ordinabile
via email
disponibile dal 22/2/2018
Valenze culturali, sociali ed estetiche dell’arte della danza in Occidente Volume I Dalle civiltà greca e romana al XVII secolo
prev
Avvisi ai naviganti
"Fare scuola con l'arte": la lettera di un'insegnante
19/02/2018 -

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo la lettera della docente Luisanna Ardu dell'Istituto Comprensivo "Randaccio-Tuveri-Don Milani" di Cagliari:

«Il libro mi è piaciuto moltissimo, mi fa pensare che la scuola che "ci piace" c'è ed è viva. Le quattro esperienze raccontate sono così coinvolgenti che dovrebbero essere lette soprattutto dalle giovani e future maestre affinché possano ispirarsi per attuare nelle loro classi didattiche coinvolgenti e significative. Infatti ne ho regalato una copia alla mia tirocinante.  

Quando ero giovane incappai nella lettura de Il paese sbagliato, di Mario Lodi... fu una lettura illuminante che mi aiutò a costruire situazioni simili nelle mie classi, insomma mi ispirai (con molta modestia, per carità!) agli insegnamenti del Maestro. Ecco, il racconto delle quattro esperienze didattiche, letto ora che ho più di trent'anni di lavoro alle spalle, mi ha fatto rivivere quell'emozione.

Brave!

Il libro va portato in giro  e pubblicizzato perché non fornisce ricette, ma spunti significativi utilissimi a chi dentro la scuola inizia, ma anche a chi ha bisogno di un po' di energia per continuare.»