Anonimo Pd

A cura di Peppino Caldarola

Anonimo Pd

Per un programma di sinistra (ma forse anche di destra)


La buona politica 3
Uscito il 07/2012
80 pagine
Isbn: 9788875272104

 


 


 


 


 


«Sono stato per una vita intera a sinistra, nella buona come nella cattiva sorte. Ho avuto ruoli di primo piano e ho vissuto periodi lunghi in un cono d’ombra. La partita fra me e la sinistra è pari e patta. Ho avuto e ho dato».
Così si presenta il nostro autore prima di iniziare a descrivere il suo progetto di sinistra, teso a evitare che il suo partito oscilli, come lui dice, «tra la salita sui tetti e il desiderio di andare a braccetto con Casini», rischiando sempre più di essere subalterno sia alla sua sinistra che al centro.
Il libro, nato come intervista e poi costretto a trasformarsi in testimonianza anonima, si apre con un documento in otto punti, che in modo straordinariamente logico ed efficace si conclude con un possibile programma per la crescita sostenibile, che potrebbe essere definito sia di sinistra che di destra. E questo è il paradosso.
Dice l’Anonimo: «Ha senso dirsi ancora di sinistra? Con il cuore rispondo sì. Con la mente dico che per stare da quella parte bisogna avere il coraggio della ricerca in campo aperto. Le bandiere, per quanto gloriose, possono rappresentare l’ostacolo più grande per aiutare davvero chi ha più bisogno».


Peppino Caldarola è stato direttore di l’Unità, deputato, vice-direttore di Rinascita, fondatore e primo direttore di Italiaradio.

Indice


Nota dell’editore    


Prefazione     


Parte prima
Otto punti per un programma di governo  


Parte seconda
Oltre la destra e la sinistra
Siamo a un bivio   
Olof Palme e l’agnello da tosare   
Siamo sempre arrivati tardi?   
La globalizzazione non è una diabolica novità    
I nuovi mantra della politica
Nord: il morto che afferra il vivo   
Paghi chi non ha mai pagato?   
La patrimoniale: un rito esorcistico   
Marchionne e il sindacato: come schierarsi   
I sogni e la realtà    
Cosa può esserci oltre la destra e la sinistra?   


Avvisi ai naviganti
Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva
01/12/2017 -

 

Giovedì 14 dicembre alle ore 18.30 alla Casa del Cinema di Roma, si svolgerà l'incontro Scrivere e produrre la nuova serialità televisiva, a cui prenderà parte Neil Landau, sceneggiatore, produttore, professore alla UCLA, autore di Showrunner e di Netflix e le altre.

 

Lo sviluppo tecnologico ha determinato una rivoluzione nell’offerta e nella fruizione di contenuti televisivi: è il pubblico ad avere sempre più potere e a decidere autonomamente cosa guardare, quando e attraverso quali mezzi. In uno scenario che richiede alta competitività, sono i contenuti a tenere gli spettatori incollati agli schermi. 

Servono sceneggiatori preparati, ma anche produttori e direttori di rete che con capacità visionaria ribaltino i modelli televisivi tradizionali e diano spazio alle “storie”, riconoscendone il valore.

L'incontro alla sala Deluxe della Casa del Cinema approfondirà dunque il dibattito su differenze di produzione tra serialità americana e serialità italiana, sulle competenze e il ruolo dello sceneggiatore in Italia e sugli elementi che determinano il successo di una serie televisiva, avviato a marzo 2016.

Insieme a Landau, interverranno Barbara Petronio (coautrice di Romanzo Criminale – la serie e di Suburra: la serie, primo prodotto italiano Netflix) e Stefano Sardo (coautore di 1992 e di 1993), moderati da Guido Fiandra.

Vi aspettiamo!